In Food, Press News, Primo Piano

ICC e l’Agenzia UN World Food Programme (WFP) collaboreranno più da vicino. Lo scopo è realizzare, entro il 2030, gli obiettivi dei programmi United Nations Sustainable Development Goals (SDGs) e Goal 2: Zero Hunger.

Porre fine alla fame e alla malnutrizione è la chiave per garantire una prosperità duratura. A tal fine, serve una stretta collaborazione tra il settore privato, i governi nazionali, le comunità locali e le organizzazioni come il WFP. ICC e WFP lavoreranno insieme per rafforzare l’intesa tra il settore privato, i governi nazionali e le comunità locali. ICC, che rappresenta oltre 45 milioni di aziende, condividerà le competenze del settore privato tra cui best practices know-how con il WFP. Quest’ultimo supporta governi e comunità locali in 88 paesi, e permetterà di costruire nuove alleanze strategiche con il settore privato.

La partnership promuoverà anche collaborazioni strategiche tra la rete mondiale ICC delle Camere di Commercio e gli uffici regionali del WFP. L’obiettivo è implementare gli aiuti alimentari e le operazioni di assistenza in emergenza. Attraverso queste reti di contatto, ICC e WFP connetteranno il settore privato e gli attori dello sviluppo offrendo anche programmi di formazione alle imprese locali.

LA NOMINA DI ERCOLE DE VITO DI ICC ITALIA

Nell’ambito della partnership, ICC ha nominato Ercole de Vito, ICC Food and Agriculture Lead for the UN Rome-based agencies.

Il suo ruolo sarà quello di rafforzare la collaborazione con le tre agenzie specializzate delle Nazioni Unite WFP, FAO e IFAD con sede a Roma. Ercole de Vito, avvocato ed Head of Business Development di ICC Italia, è anche coordinatore dei master di II livello in Food Law e Business and Company Law presso l’università Luiss Guido Carli.

Il Segretario Generale di ICC, John W.H. Denton AO: “ICC è estremamente orgogliosa di collaborare con il World Food Programme per la sicurezza alimentare, migliorare le forniture di cibo e porre fine alla fame nel mondo. Le conseguenze della pandemia COVID-19, unite a situazioni di conflitto e calamità in tutto il mondo, hanno lasciato milioni di persone senza cibo. Il settore privato collabora con i governi nazionali per tenere aperte le catene di approvvigionamento globale, garantire l’accesso al mercato per gli agricoltori e rendere l’alimentazione una priorità globale.”

Il Direttore Esecutivo del WFP, David Beasley: “Il World Food Programme ha una lunga serie di collaborazioni con partner aziendali, e siamo lieti di lavorare con ICC per approfondire le nostre relazioni con il settore privato. Le sfide che dobbiamo affrontare per porre fine alla fame sono complesse, abbiamo concrete possibilità di avere un impatto duraturo, e le aziende di molti settori possono giocare un ruolo importante.”

Recent Posts

Start typing and press Enter to search