Brexit Webinar Series

COD: N/A Categorie: ,

16 febbraio – Focus Dogane
23 febbraio – Fiscalità internazionale e Adempimenti IVA
2 marzo – Proprietà Intellettuale
9 marzoFocus Food
16 marzo Legge applicabile al contratto e foro competente
23 marzo – Dual use ed Export control (Brexit e non solo)

La partecipazione è gratuita per gli Associati ICC Italia: richiedi il codice a icc@iccitalia.org e inseriscilo in fase di checkout.

Il prodotto non è attualmente in magazzino e non è disponibile.

Descrizione

Programma

Programma 

Gli Eventi si svolgeranno dalle ore 17:00 alle ore 18:30.

16 febbraio – Dogane
Sara Armella – Armella & Associati
Enrico Perticone – Consiglio Nazionale Spedizionieri Doganali
Filippo Mancuso – Assonime

23 febbraio – Fiscalità internazionale e Adempimenti IVA
Paolo de’ Capitani – Studio Uckmar Associazione professionale
Lucia Iannuzzi – C-Trade S.r.l.
Fausto Capello – GOP – Gianni & Origoni

2 marzo – Proprietà Intellettuale
Elio De Tullio – De Tullio & Partners
Laurence Morel-Chevillet – Bulgari S.p.A.
Massimo Vittori – Managing Director di oriGIn

9 marzo – Food
Fabrizio Paratore – Paratore & Partners
Stefano Giovanzani – QualityFoodSolution S.r.l.
Giacomo Zorzi – Pasta Lensi S.r.l.

16 marzo – Legge applicabile al contratto e foro competente

Per ICC Italia interviene 
Maria Beatrice Deli – Segretario Generale

Intervengono
Valentina Baldini – Baker Hughes
Andrew G. Paton – De Berti Jacchia
Monique Sasson – D|R Arbitration & Litigation
Federica Tognoni – Gruppo Tesmec Spa

23 marzo – Dual use ed Export control (Brexit e non solo)
Marco Padovan – Studio Legale Padovan
Filippo Mancuso – Assonime
Alessandro Di Simone – Zoppas SpA

E’ possibile acquistare il singolo evento selezionandolo dall’apposito menù.

Descrizione

ICC Italia presenta la Brexit WebSeries: 6 eventi online con gli Esperti ICC Italia dedicati ai risvolti operativi e alle implicazioni giuridiche per le imprese.
Dopo l’effettivo recesso del Regno Unito dall’Unione Europea emergono i primi problemi operativi negli scambi commerciali e nuovi interrogativi su questioni giuridiche relative all’applicazione dei contratti.
La firma del Trade and Cooperation Agreement tra Unione Europea e Regno Unito il 24 dicembre scorso lascia infatti spazio a dubbi interpretativi e necessari chiarimenti.

Il ciclo di webinar offre un concreto supporto a imprese e professionisti su aspetti cruciali per la loro attività quali, adempimenti in materia doganale e obblighi IVA, indicazioni geografiche, legge applicabile e foro competente, regolamentazioni relative all’export control.
Al termine di ciascun incontro verrà rilasciato l’Attestato di Partecipazione.

Dogane

Come sta cambiando l’operatività delle imprese che intrattengono rapporti commerciali con l’UK? Quali principali criticità stanno incontrando gli operatori in questa prima fase e quali sono le prospettive per il futuro?
Le nuove procedure doganali in export verso il Regno Unito e le regole sull’origine preferenziale, il cui rispetto consente la riduzione dei dazi doganali, saranno al centro del primo appuntamento di Brexit Webinar Series.
L’analisi muoverà da un inquadramento generale dei contenuti del Trade and Cooperation Agreement tra Unione Europea e Regno Unito – anche in raffronto con gli altri Accordi commerciali stipulati con Paesi terzi – e proseguirà con un approfondimento dei principali cambiamenti in atto.

Relatori
Sara Armella – Armella & Associati
Enrico Perticone – Consiglio Nazionale Spedizionieri Doganali
Filippo Mancuso – Assonime

Non sei riuscito ad assistere al webinar? Visita lo shop di ICC Italia.

Fiscalità internazionale e Adempimenti IVA

L’uscita del Regno Unito dall’Unione si è inevitabilmente riverberata su più fronti, tra cui quello della fiscalità diretta e indiretta.

Sotto il primo profilo, l’Unione europea, infatti, negli anni era riuscita ad approvare una serie di direttive finalizzate all’armonizzazione della tassazione dei passive income (Direttiva madre-figlia/Direttiva su interessi e royalties) e di determinate operazioni straordinarie d’impresa (Direttiva sulle fusioni), nonché una serie di stringenti misure e interventi finalizzati al contrasto dell’elusione fiscale internazionale e dell’erosione della base imponibile (dalla ATAD e la DAC 6 alla lotta contro gli aiuti di Stato nel settore tributario). La Brexit, ora, pone una serie di sfide per tutti gli operatori internazionali, costringendo a mettere in discussione le politiche economiche e fiscali in precedenza attuate.

Sotto il profilo della fiscalità indiretta, invece, e dell’IVA in particolare, verranno analizzati gli impatti concernenti il trasferimento del diritto di disporre dei beni e la relativa movimentazione tenendo conto delle clausole Incoterms®, della posizione dell’operatore economico e della prova dell’uscita delle merci dal territorio italiano, nonché delle particolarità previste per il territorio dell’Irlanda del Nord. Costituiranno altresì oggetto di analisi le implicazioni relative alla disciplina delle prestazioni di servizi e dei rimborsi d’imposta.

Relatori
Paolo de’ Capitani – Studio Uckmar Associazione professionale
Lucia Iannuzzi – C-Trade S.r.l.
Fausto Capello – GOP – Gianni & Origoni

Non sei riuscito ad assistere al webinar? Visita lo shop di ICC Italia.

Proprietà Intellettuale

A seguito della Brexit, a partire dal 1° gennaio 2021 l’Ufficio Marchi del Regno Unito ha creato – per quanto riguarda tutti i diritti di proprietà intellettuale già registrati in Unione Europea – titoli comparabili nel Regno Unito. Tuttavia, considerata l’importanza del mercato britannico per molte imprese italiane, è necessario per i titolari di tali diritti prepararsi a gestire alcuni aspetti di potenziale criticità, dalla gestione delle domande pendenti alla data del 31.12.2020, al mantenimento dei titoli nel Regno Unito, alle problematiche relative a diritto di esaurimento e importazioni parallele. Il webinar – che vedrà la partecipazione di esperti e rappresentanti di imprese – consentirà ai partecipanti di orientarsi per una gestione strategica dei propri diritti nel Regno Unito e a livello internazionale.
E’ previsto un focus sulla protezione delle Indicazioni Geografiche nel Regno Unito e, in particolare, sull’adozione da parte del Regno Unito di una protezione sui generis analoga a quella prevista in UE.

Relatori
Elio De Tullio – De Tullio & Partners
Laurence Morel-Chevillet – Bulgari S.p.A.
Massimo Vittori – Managing Director di oriGIn

Non sei riuscito ad assistere al webinar? Visita lo shop di ICC Italia.

Food

I primi passi delle imprese del settore alimentare nella nuova era dei commerci con il Regno Unito sono stati caratterizzati dall’incertezza sulle procedure da adottare per mantenere i consueti livelli di esportazione. Alcune accortezze hanno permesso finora di adeguarsi al cambiamento, ma lo scenario è mutevole. Il Webinar offrirà ai partecipanti gli elementi utili per predisporre le giuste misure per fronteggiare il lungo, ma inesorabile e reciproco distacco normativo e commerciale tra le due realtà.

Relatori
Fabrizio Paratore – Paratore & Partners
Stefano Giovanzani – QualityFoodSolution S.r.l.
Giacomo Zorzi – Pasta Lensi S.r.l.

Non sei riuscito ad assistere al webinar? Visita lo shop di ICC Italia.

Legge applicabile al contratto e foro competente

I contratti internazionali tipicamente, tra le varie previsioni, includono clausole relative alla legge applicabile al contratto e clausole che identificano il foro competente in caso di controversia. Nelle relazioni commerciali tra Italia e UK è molto frequente che le parti scelgano di applicare al contratto la legge inglese o indichino come competente il giudice britannico, talvolta anche senza averne pienamente valutato la portata. Visto che a seguito della Brexit, alcune norme dell’UE in relazione a questi aspetti non troveranno più applicazione, il Webinar offrirà in primis qualche spunto di riflessione sugli effetti – per le imprese italiane – della scelta della legge UK come regolatrice del contratto e poi evidenzierà criticità del post Brexit, soprattutto per gli aspetti relativi alla giurisdizione competente e al riconoscimento delle sentenze in materia civile e commerciale.

Relatori

Per ICC Italia interviene 
Maria Beatrice Deli – Segretario Generale

Intervengono
Valentina Baldini – Baker Hughes
Andrew G. Paton – De Berti Jacchia
Monique Sasson – D|R Arbitration & Litigation
Federica Tognoni – Gruppo Tesmec Spa

Dual use e Export Control (Brexit e non solo)

Con l’uscita dall’Unione europea a far data dallo scorso 1° gennaio, il Regno Unito è a tutti gli effetti un Paese terzo. Quali sono i riflessi, sotto il profilo dell’export control e, in particolare, del commercio di prodotti e tecnologie a duplice uso, di questo nuovo status? Sono previste eccezioni/agevolazioni al traffico dei menzionati prodotti? Come funziona lo status particolare dell’Irlanda del Nord? Dopo due mesi quali esperienze sono state fatte? Cosa fare se non si rientra all’interno del perimetro applicativo della cd. AGEU001?
Di tutto questo – e molto altro – parleremo nell’apposito modulo dedicato al dual use.

Relatori
Marco Padovan – Studio Legale Padovan
Filippo Mancuso – Assonime
Alessandro Di Simone – Zoppas SpA

Destinatari

Operatori del commercio internazionale, aziende che operano con l’estero, banche e istituzioni private, professionisti, consulenti e funzionari pubblici e privati.

Start typing and press Enter to search