In caso di controversia, ICC offre a imprese e operatori la possibilità di avvalersi di una serie di metodi per la risoluzione delle controversie. Si tratta di procedure amministrate come alternativa alla giustizia ordinaria che consentono di dirimere controversie a carattere nazionale e internazionale in modo rapido, imparziale ed efficiente.

  • Corte Internazionale di Arbitrato ICC (57%)
  • Altri (43%)

L’Istituzione arbitrale preferita al mondo – Studio 2021 – Queen Mary University London in partnership with White & Case

Arbitrato

L’arbitrato ICC è oggi il metodo più comunemente adottato a livello internazionale per la risoluzione delle controversie di natura commerciale. La Corte Internazionale di Arbitrato ICC, con sede a Parigi, si è così affermata quale principale istituzione arbitrale al mondo.

Dalla sua costituzione nel 1923 fino ad oggi, la Corte ha amministrato oltre 25.000 controversie che hanno coinvolto parti provenienti da circa 142 Paesi.

Nel 2019, infatti, anno in cui la Camera di Commercio Internazionale (ICC) ha celebrato il suo centenario, la Corte Internazionale di Arbitrato ICC ha registrato il suo 25.000° caso, per un totale di 869 nuovi arbitrati. Si tratta del secondo più alto numero di casi di nuova registrazione dopo la cifra record di 966 casi del 2016.

Il trend positivo è proseguito anche nel 2020. Nell’anno della pandemia la Corte ha registrato un altro record in termini di nuovi depositi, con 946 nuovi casi, di cui 17 amministrati direttamente.

Significativo è il trend che questo dato illustra: il 2020 si conferma quale quarto anno consecutivo di crescita robusta e regolare del ricorso all’arbitrato ICC.

Con il nuovo Regolamento di Arbitrato ICC 2021 il procedimento arbitrale è stato reso ancora più efficiente, flessibile e trasparente, così da soddisfare al meglio le esigenze delle parti coinvolte e rendere l’Arbitrato ICC ancora più apprezzabile, sia nel caso di arbitrati complessi sia nel caso di arbitrati di minori dimensioni.

Il Regolamento ICC 2021 è entrato in vigore il 1 gennaio 2021 sostituendo l’ultima versione del 2017.

ICC 2021 Rules of Arbitration – Italian Launch

Allo scopo di fornire alle parti una prima valutazione delle spese che dovranno essere sostenute in caso di arbitrato ICC, è disponibile online il Cost Calculator, strumento che permette di prevedere, in base al valore della controversia e al numero di arbitri, una stima delle spese di arbitrato (spese amministrative e compensi degli arbitri).

Dispute Resolution Services

Appointing Authority

Le parti di una procedura arbitrale possono scegliere se designare un’istituzione – come ICC – per amministrare la procedura, o se avviare un procedimento ad hoc al di fuori di un quadro istituzionale, dove saranno gli arbitri stessi ad amministrare l’arbitrato. Qualora insorgano problemi nella costituzione del tribunale arbitrale, le parti possono richiedere l’assistenza di un tribunale statale o di ICC come Appointing Authority.

Maggiori Informazioni

DOCDEX

Qualora la controversia riguardi strumenti di Trade Finance, ICC offre un metodo specializzato di risoluzione confidenziale, veloce ed economico: il Documentary Instruments Dispute Resolution Expertise (DOCDEX).

Maggiori Informazioni

Pre-Arbitral Referee

La Pre-Arbitral Referee procedure è stata ideata per soddisfare le esigenze delle parti in casi che richiedono misure provvisorie con carattere di urgenza.

Maggiori Informazioni

Mediation

La mediazione, disciplinata dal Regolamento di Mediazione ICC, è una procedura flessibile volta ad ottenere una risoluzione negoziata della controversia grazie all’aiuto di un mediatore.

Maggiori Informazioni

Belt and Road Dispute Resolution

Anche conosciuta come ”One Belt One Road“, la Belt and Road Initiative è nata allo scopo di collegare la Cina al resto dell’Asia, all’Europa, al Medio Oriente e all’Africa. ICC, in virtù della sua presenza nei principali hub commerciali situati lungo la New Silk Route, e grazie all’esperienza maturata nella risoluzione di controversie nel campo Constuction and Engineering, si è affermata come principale interlocutore per risolvere le controversie derivanti dai progetti Belt and Road.

Maggiori Informazioni

ICANN new gTLDs Dispute Resolution

Nel tentativo di proteggere e supportare la stabilità della rete, la Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) ha implementato un programma per l’introduzione di new generic Top-Level Domain Names (“gTLD”). Tutte le controversie derivanti dalla domanda di nuovi gTLD saranno risolte seguendo la nuova ICC gTLDs Dispute Resolution prevista dal programma.

Maggiori Informazioni

Memorandum of Understanding (MOUS)

Al fine di promuovere l’utilizzo dell’Arbitrato e di soddisfare le esigenze di risoluzione delle controversie degli utenti di tutto il mondo, ICC intraprende iniziative di collaborazione formalizzate attraverso la sottoscrizione di memorandums of understanding (MoUs) con le più importanti organizzazioni internazionali.

Maggiori Informazioni

ICC Italia Commitee on Arbitration

Secondo quanto previsto dal Regolamento di Arbitrato ICC e dalla ICC Note to National Commitees and Groups on the Proposal of Arbitrators, ogni volta che il Comitato Nazionale Italiano di ICC è chiamato a proporre un arbitro alla Corte Internazionale di Arbitrato ICC, il Committee on Arbitration di ICC Italia si riunisce per selezionare i candidati ritenuti più idonei a dirimere la controversia. Nel rispetto della politica di trasparenza e imparzialità della Corte, qui di seguito sono elencati i componenti del Commitee on Arbitration di ICC Italia.

  • Maria Beatrice Deli
    Segretario Generale ICC Italia
  • Andrea Carlevaris
    Presidente dell’Associazione Italiana per l’Arbitrato
  • Massimo Benedettelli
    Membro supplente della Corte di Arbitrato di Parigi
  • Edoardo Marcenaro
    In-house Counsel (Enel)

Start typing and press Enter to search