In Ambiente ed energia, Primo Piano

A partire dalla firma dell’Accordo di Parigi nel 2015, la International Chamber of Commerce (ICC) ha supportato le aziende ad agire per raggiungere i Sustainable Development Goals e collaborare con i governi per salvaguardare il pianeta.

Sin da subito ICC ha svolto un ruolo centrale non solo nella realizzazione dell’Accordo di Parigi, ma anche nella definizione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) promuovendo politiche di governo coerenti con l’evoluzione della scienza in materia. Uno dei punti focali dell’Accordo, ad esempio, particolarmente sostenuto da ICC è la necessità di mantenere l’aumento della temperatura globale a 1,5° e raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050.

In occasione del quinto anniversario della firma dell’Accordo di Parigi, ICC ricapitola 5 modi in cui ha contribuito a diffondere l’importanza di agire per evitare che i cambiamenti climatici possano avere un impatto irreversibile sul pianeta.

 

Climate change is everyone’s business

5th anniversary of the Paris Agreement

1. Dichiarazione ICC sui prossimi 100 anni di attività

Nel maggio del 2019 – anno del centenario di ICC – John Denton, Segretario Generale, ha espressamente riconosciuto la necessità di rispondere alla crescente emergenza climatica e ha approvato il Rapporto Speciale sul Riscaldamento Globale di 1,5° del Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC).

2. SMEs Climate Hub

Il Climate Hub dedicato alle PMI è uno sportello unico che fornisce alle micro, piccole e medie imprese strumenti e risorse per ridurre le emissioni ed essere, al contempo, competitive. Lanciato durante la Settimana Climatica di New York 2020, lo SMEs Climate Hub è co-ospitato da ICC, dall’Exponential Roadmap Initiative, dalla coalizione We Mean Business e dalla campagna Race to Zero delle Nazioni Unite.

3. Chambers Climate Coalition

La Chambers Climate Coalition riunisce oltre 2.100 Camere di Commercio – che rappresentano oltre 10 milioni di imprenditori locali – impegnate nell’agire per il clima. La campagna delle Nazioni Unite Race to Zero ha riconosciuto il ruolo attivo della Coalizione nel sostenere l’obiettivo di raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050 e realizzare l’obiettivo generale dell’Accordo di Parigi.

4. ICC Carbon Council

ICC ha istituito il Carbon Council per creare best practices efficaci basate sulle dinamiche del mercato affinchè ci siano maggiore liquidità, trasparenza, accessibilità e standardizzazione nei mercati del carbonio. L’incontro inaugurale – tenutosi nel 50º anniversario della Giornata dedicata alla Terra – ha riunito importanti aziende internazionali, tra cui Blackrock, BP, Macquarie Bank, RGE, Shell, Singapore Airlines, State Street, Temask, e altri.

5. Membro del partenariato NDC

ICC è l’unico membro del settore privato del Partenariato NDC – un gruppo formato da governi nazionali, istituzioni internazionali, società civile, ricercatori e il settore privato impegnati nella rapida azione per il clima e lo sviluppo. Come Focal Point for Business and Industry della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC), ICC esplora come le imprese possono aiutare i governi a sviluppare, modellare e implementare i loro contributi a livello nazionale (noti anche come NDC).

 

Cinque modi in cui i governi possono sostenere le persone e il pianeta

5-modi-icc

1. Tenere il cambiamento climatico in cima all’agenda politica

I governi non dovrebbero dimenticare l’importanza di inserire nella loro agenda politica anche l’importanza di una ripresa sostenibile e inclusiva per tutti. Il Segretario Generale ICC, John Denton, i una lettera indirizzata ai governi ha ribadita che un’azione mirata per il clima su scala globale è l’unica via per evitare una crisi climatica. Leggi la call to action di John Denton.

2. Allineare le iniziative per ripartire dopo la pandemia alle iniziative per il clima

ICC insieme ad altre 13 organizzazioni internazionali ha lanciato un appello ai leader governativi affinché rinnovino la cooperazione globale e assicurino una ripresa inclusiva e resiliente dalla pandemia COVID-19. Leggi la dichiarazione.

3. Lavorare con imprese di tutte le dimensioni, settori e geografie

I governi dovrebbero collaborare con le imprese per lo sviluppo e l’attuazione della politica in materia di cambiamento climatico a livello nazionale e internazionale, promuovendo una crescita economica sostenibile.

4. Ridurre i rischi connessi ai flussi di capitali privati nell’ambito delle azioni avviate in materia di cambiamento climatico

ICC sta sviluppando un documento rivolto ai governi che delinea gli incentivi finanziari e una possibile regolamentazione da adottare per incoraggiare le imprese a promuovere l’innovazione sostenibile. Leggi la lettera di John Denton ai ministri delle finanze della COP25.

5. Applicazione dell’articolo 6 dell’Accordo di Parigi

Attraverso l’attuazione dell’art.6 dell’Accordo, i governi potranno promuovere scelte più ambiziose anche da pate delle imprese e fissare i prezzi del carbonio in modo che possano contribuire allo sviluppo sostenibile.

 

Cinque motivi per cui le imprese devono agire per contrastare il cambiamento climatico

Slide 5 ways Goverments can support people and planet

1. Ottenere un vantaggio competitivo

Gli attori del mercato – investitori, azionisti, consumatori e dipendenti – sono sempre più alla ricerca di imprese per perseguire insieme obiettivi ambiziosi in materia. Se le imprese fissano al centro dei propri obiettivi un’azione mirata a contrastare il cambiamento climatico potranno essere maggiormente competitive.

2. Gestire il rischio aziendale

Il cambiamento climatico rappresenta un vero e proprio rischio per la gestione dei flussi di cassa all’interno delle imprese e comporta un aumento sensibile dei costi operativi, limitando la disponibilità delle risorse e influendo negativamente sulle catene di approvvigionamento.

3. Migliorare l’efficienza

Per ridurre in modo tangibile i costi operativi e aumentare la redditività, le imprese dovranno gestire e utilizzare le proprie risorse in maniera più efficiente.

4. Migliorare le modalità di accesso al capitale e ridurre i costi di assicurazione

Gli investitori e gli assicuratori ritengono che l’esposizione delle imprese alle calamità naturali sia strettamente connessa al cambiamento climatico. E’ fondamentale che le imprese prendano provvedimenti in materia affinchè i di assicurazione vengano resi più accessibili.

5. Ispirare i dipendenti

L’impresa dovrà dimostrare ai dipendenti di affrontare con serietà la necessità di rispondere alla crisi climatica adottando pratiche sostenibile e inclusive all’interno dei modelli di business.

Recent Posts

Start typing and press Enter to search