In Arbitrato, Primo Piano

946 sono i casi arbitrali registrati nel 2020 dalla ICC International Court of Arbitration che non raggiungeva un risultato simile dal 2016. Dei 946 casi registrati, 929 sono stati richiesti sulla base del Regolamento di arbitrato, mentre 17 sono stati archiviati in base al Regolamento dell’Autorità di Nomina ICC sulla base del quale le parti che hanno deciso di attivare una procedura ad hoc possono richiedere assistenza a ICC per la gestione di controversie aventi ad oggetto specifici casi.

Alexis Mourre – Presidente della ICC International Court of Arbitration – ha affermato “I risultati raggiunti nel 2020 dimostrano che la Corte è l’istituzione arbitrale leader del settore ed è la prescelta dagli operatori di tutto il mondo. Il nostro successo trova le sue radici nella secolare esperienza alla quale si affianca la nostra capacità di supportare gli utenti con una vasta gamma di servizi, efficientando non solo le tempistiche ma anche i costi della procedura

Nell’ottobre del 2020, il Comitato Esecutivo di ICC ha formalmente approvato le nuove Regole di Arbitrato, entrate in vigore il 1 gennaio 2021 e che aggiornano la precedente versione del 2017.

Oltre che per l’arbitrato, il 2020 è stato un anno record anche per i metodi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) offerti da ICC e tra i quali figurano servizi di mediazione, perizia e risoluzione delle controversie secondo le regole DOCDEX, per le controversie relative a strumenti finanziari commerciali.

Alya Ladjimi – Manager dell’ICC international Centre for ADR – ha commentato “Siamo lieti di queste statistiche record per i nostri servizi poichè dimostrano una crescente fiducia nel ricorso alla mediazione come mezzo efficace per la risoluzione di controversie sorte durante la pandemia COVID-19“.

I dati summenzionati confermano la leadership di ICC come supporter del commercio globale.

Per saperne di più

Recent Posts

Start typing and press Enter to search