Home|Mappa del sito |Pubblicazioni
Nuova Prassi Bancaria Internazionale edizione 2013 Banking Payment Obligations-BPOModello di Contratto di Vendita Nuova pubblicazione Franchising


SEMINARI

15-19 settembre 2014
Certificate in International Commercial
and Investment Arbitration
Theory and Practice
22 settembre 2014
Strumenti di pagamento
e trasporti internazionali: punti critici
e cautele necessarie

9/30 ottobre 2014
Vendita e fornitura internazionale di macchinari
ed impianti industriali

20 novembre 2014
Le imprese della moda
e l'internazionalizzazione: aspetti fiscali

2 dicembre 2014
La negoziazione e la redazione
dei contratti di compravendita internazionale
e delle principali clausole di consegna
- Incoterms 2010

dicembre/gennaio
Gli effetti delle sanzioni internazionali sul commercio
internazionale


Vai alla pagina dei seminari

CONVEGNI

Novembre 2014
Financial Crime Conference

Novembre/Dicembre 2014
Atitrust Compliance Toolkit

3 Dicembre 2014
Arbitrato Commerciale


Primavera 2015
Towards a Transnational Approch for Choice-
of-Law-Class


Scarica il calendario dei prossimi eventi



5th ICC International Mediation Conference

Per i Soci di ICC Italia è previsto uno sconto del 5% sulla quota di iscrizione utilizzando il codice 2014-IT
(Programma)



ICC esprime sconcerto per la mancata firma del Protocollo per il TFA

Roma, 1 agosto 2014 - La ICC esprime sconcerto per il mancato rispetto della scadenza per la firma del Protocollo per l’implementazione del Trade Facilitation Agreement (TFA) da parte dei Paesi membri della WTO, che avrebbe dovuto essere siglato entro ieri.
La firma del Protocollo, secondo gli impegni assunti dai Paesi WTO lo scorso dicembre a Bali nel c.d. “Bali package”, avrebbe reso operativo il TFA che, con le sue riforme, avrebbe contribuito nel tempo a portare un’iniezione di stimolo per l’economia mondiale del valore di mille miliardi di dollari, a creare 21 milioni di posti di lavoro, di cui 18 milioni nei Paesi in via di sviluppo.
Commentando la notizia, il Segretario Generale ICC John Danilovich ha detto: “C’è da parte delle imprese una profonda frustrazione nel constatare come un accordo che potrebbe potenzialmente contribuire alla ripresa economica mondiale sia stato bloccato a causa di uno stallo diplomatico”. Nonostante tutti gli sforzi compiuti dalla maggioranza dei Paesi membri, infatti, ogni tentativo per rispettare la scadenza prevista è stato vanificato a causa del mancato accordo su un separato accordo, quello relativo ai programmi di stoccaggio per la sicurezza alimentare. “Occorre tornare al più presto al tavolo del Negoziato e cercare di portare a compimento l’agenda multilaterale di Doha”. Nonostante questa delusione, la ICC esorta i governi a non ritenere il TFA o il Doha Development Round un capitolo chiuso, ma a cercare ancora una soluzione positiva che consenta a questi accordi di dispiegare gli attesi benefici.
Leggi anche l' Appello della ICC perché non si fermi il Trade Facilitation Agreement (TFA)

Come “portare” all’estero una rete di franchising?
La guida ICC sull’internazionalizzazione attraverso il franchising
di Fabio Bortolotti

L’imprenditore che ha sviluppato una rete di franchising nel proprio Paese può voler espandere la rete all’estero, ma nel farlo deve affrontare una serie di problemi aggiuntivi rispetto a quelli cui ha fatto fronte sul proprio mercato.
Quando il franchisor che ha avuto successo sul proprio mercato nazionale affronta i mercati esteri senza prendere le precauzioni del caso, egli può andare incontro a gravi delusioni.

Per venire incontro alle esigenze degli operatori che desiderano espandere la loro rete di franchising su mercati esteri, la ICC ha creato una task force di giuristi aventi una specifica competenza nel campo, appartenenti a vari Paesi (Austria, Canada, Colombia, Francia, Germania, Giappone, Paesi Bassi, Svezia e Stati Uniti e, per l’Italia, il sottoscritto e Silvia Bortolotti) incaricata di predisporre una guida che affrontasse in termini concreti i principali problemi da affrontare.
Il risultato di tale lavoro, durato vari anni, è la pubblicazione intitolata “Using Franchising to Take Your Business International. (...Leggi)

Leggi tutte le news...


Andrea Tomat riconfermato Presidente di ICC Italia
L’Assemblea vota all’unanimità il rinnovo della carica per il terzo mandato

Roma, 4 luglio 2014 – L’Assemblea Ordinaria di ICC Italia, riunitasi per il rinnovo delle cariche sociali, ha riconfermato all’unanimità Andrea Tomat come Presidente dell’Associazione.
Tomat, eletto Presidente di ICC nel 2008 e già riconfermato per un secondo mandato nel 2011, resterà in carica per un ulteriore triennio.

Andrea Tomat, nato a Udine nel 1957, laureato in Economia Aziendale all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è Presidente di Lotto Sport Italia SpA e di Stonefly, nonché Presidente di Solidarietà Veneto, il fondo pensione territoriale di tutto il mondo produttivo della Regione e di Ca’ Foscari Alumni, l’associazione degli ex studenti cafoscarini. (...Leggi)

AVVISO IMPORTANTE PER GLI OPERATORI CON L'ESTERO

Da molto tempo circolano nel mondo degli scambi internazionali (riprese anche da vari siti internet) clausole di riservatezza attribuite falsamente alla ICC che recano diciture del tipo:
"International Chamber of Commerce (ICC) Non-circumvention/non-disclosure agreement and working agreement". (...Leggi)




  NewsLetter
  
  Archivio Newsletter

Ultime Pubblicazioni ICC
  
  Tutte le pubblicazioni




ICC Italia non è responsabile dei danni derivanti dall'uso del sito e/o delle informazioni in esso contenuti, o derivanti da inadempimento contrattuale, ivi inclusi, a titolo esemplicativo, mancata adeguatezza o accuratezza delle informazioni o derivanti dall'uso di qualsiasi altra informazione contenuta in altri siti, sia attraverso citazione diretta che collegamenti ipertestuali.
Partita IVA 01017671007 - Codice Fiscale 01863550586
ICC Italia - Camera di Commercio Internazionale Sezione italiana torna su <