Home|Mappa del sito |Pubblicazioni
Nuova Prassi Bancaria Internazionale edizione 2013 Banking Payment Obligations-BPOModello di Contratto di Vendita Nuova pubblicazione Franchising


SEMINARI

15-19 settembre 2014
Certificate in International Commercial
and Investment Arbitration
Theory and Practice
22 settembre 2014
Strumenti di pagamento
e trasporti internazionali: punti critici
e cautele necessarie

9/30 ottobre 2014
Vendita e fornitura internazionale di macchinari
ed impianti industriali

20 novembre 2014
Le imprese della moda
e l'internazionalizzazione: aspetti fiscali

2 dicembre 2014
La negoziazione e la redazione
dei contratti di compravendita internazionale
e delle principali clausole di consegna
- Incoterms 2010

dicembre/gennaio
Gli effetti delle sanzioni internazionali sul commercio
internazionale


Vai alla pagina dei seminari

CONVEGNI

Novembre 2014
Financial Crime Conference

Novembre/Dicembre 2014
Atitrust Compliance Toolkit

3 Dicembre 2014
Arbitrato Commerciale


Primavera 2015
Towards a Transnational Approch for Choice-
of-Law-Class


Scarica il calendario dei prossimi eventi



Appello della ICC perché non si fermi il Trade Facilitation Agreement (TFA)

La International Chamber of Commerce (ICC), in una lettera indirizzata ai Ministri del Commercio di oltre 100 Paesi, si appella per sottolineare l’estrema importanza della firma – prevista entro il 31 luglio - del Protocollo relativo all’implementazione del Trade Facilitation Agreement (TFA) nell’ambito della WTO e per evidenziare, di contro, gli effetti negativi di un suo fallimento.

Il timore della ICC nasce dalla proposta avanzata da un numero ristretto di membri WTO, tra cui l’India, di postporre l’implementazione dell’Accordo fino a che non siano completati i negoziati su altri aspetti dell’accordo raggiunto a Bali lo scorso anno(il c.d. “Pacchetto di Bali”), tra cui quello relativo alla sicurezza alimentare. Secondo ICC, tale proposta, se venisse accolta, interromperebbe il processo di liberalizzazione del commercio multilaterale in corso e priverebbe tutti i Paesi dei benefici derivanti dall’Accordo, che se pienamente realizzato, contribuirebbe all’incremento della crescita mondiale, in un momento così delicato quale quello attuale. Le riforme previste dal TFA, infatti, consentirebbero un miglioramento delle operazioni doganali rendendole più veloci ed efficienti, offrendo maggiori opportunità per tutte le imprese, sia dei Paesi avanzati sia di quelli in via di sviluppo.

Il TFA e le riforme ad esso associate porterebbero, nel tempo, un aumento di mille miliardi di dollari all’economia mondiale, la creazione di 21 milioni posti di lavoro, di cui 18 nei Paesi in via di sviluppo, e un impulso alle esportazioni mondiali del 10%. La ICC esorta, quindi, i Ministri del Commercio di tutti i Paesi WTO a insistere per trovare una soluzione efficace, in linea con gli Accordi del dicembre scorso, per superare questo impasse e non lasciare l’adozione del TFA ostaggio di ulteriori ritardi che mettano a repentaglio i futuri accordi multilaterali WTO e i relativi benefici per l’economia mondiale. (...scarica il documento)

ICC Italia
Andrea Tomat riconfermato Presidente di
ICC Italia

L’Assemblea vota all’unanimità il rinnovo della carica per il terzo mandato

Roma, 4 luglio 2014 – L’Assemblea Ordinaria di ICC Italia, riunitasi per il rinnovo delle cariche sociali, ha riconfermato all’unanimità Andrea Tomat come Presidente dell’Associazione.
Tomat, eletto Presidente di ICC nel 2008 e già riconfermato per un secondo mandato nel 2011, resterà in carica per un ulteriore triennio.

Andrea Tomat, nato a Udine nel 1957, laureato in Economia Aziendale all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è Presidente di Lotto Sport Italia SpA e di Stonefly, nonché Presidente di Solidarietà Veneto, il fondo pensione territoriale di tutto il mondo produttivo della Regione e di Ca’ Foscari Alumni, l’associazione degli ex studenti cafoscarini. (...Leggi)

CONCORRENZA
Contributo ICC Italia - Consultazione sulle Linee Guida relative alla modalità di applicazione dei criteri di quantificazione delle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate dall’Autorità in materia di concorrenza

ICC Italia tramite la propria Commissione Concorrenza, presieduta dal dr. Luca Sanfilippo, ha presentato all’AGCM – Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il proprio contributo sulla consultazione pubblica avente ad oggetto "Linee Guida sulla modalità di applicazione dei criteri di quantificazione delle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate dall’Autorità in applicazione dell’articolo 15, comma 1, della legge n. 287/90". Scarica il contributo ICC Italia

Resoconto Riunione Commissione Concorrenza ICC Italia

In primo luogo è stato affrontato il tema della consultazione pubblica avviata dall’Autorità nazionale antitrust sulla proposta di Linee Guida che definiscono una metodologia di calcolo per la quantificazione delle sanzioni irrogate dall’Autorità stessa in materia di concorrenza. (...Leggi)

Le garanzie del giusto processo nei procedimenti antitrust europei
di Ginevra Bruzzone Vice Direttore Generale ASSONIME

La Commissione Concorrenza ICC ha pubblicato un importante contributo di riflessione sulle esigenze di “due process” nei procedimenti europei in tema di antitrust, in cui analizza le carenze dell’attuale sistema e individua possibili linee di riforma. E’ ormai pacifico che le sanzioni per le violazioni del diritto antitrust europeo costituiscano sanzioni penali nell’accezione rilevante per la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU). (...Leggi)

JOHN DANILOVICH ELETTO NUOVO SEGRETARIO GENERALE ICC

Ginevra, 27 giugno 2014
Nel corso dell’ICC World Council, che si è svolto il 27 giugno a Ginevra, John Danilovich, diplomatico e uomo d’affari originario della California, è stato eletto nuovo Segretario Generale della ICC.

Ambasciatore degli Stati Uniti in Brasile e in Costa Rica, Danilovich vanta anche una lunga carriera nel mondo degli affari internazionali, essendo stato attivo nel settore marittimo internazionale per diversi decenni, con cariche esecutive in diverse compagnie.

La candidatura di Danilovich è emersa da una rosa di personalità selezionata dall’ICC Executive Board, grazie alle sue qualifiche e alla sua esperienza in campo commerciale e diplomatico internazionale(...Leggi)

LA VOCE DELLE IMPRESE
Intervista al Presidente di FederPetroli, Dott. Michele Marsiglia

Giugno 2014
<D>:
Gentile Presidente,
La questione degli unconventional fossil fuels, tra cui lo shale gas, ha negli ultimi tempi causato notevoli dibattiti e discussioni in materia, legati in particolare ai rischi all’ambiente e alla salute pubblica derivanti dall’ “hydraulic fracturing of gas reserves”. Con tale termine si intende un processo che, dopo una trivellazione, pompa fluidi e altri materiali ad alta pressione in pozzi per aprire canali in uno strato roccioso nel sottosuolo contenente idrocarburi. Essendo un esperto in materia, vuole cortesemente indicarci i potenziali rischi da esso derivanti? Quali prospettive ci sono in Europa e, nello specifico, nel nostro Paese relativamente allo sviluppo di tale settore e all’utilizzo di tali tecnologie? E quali differenze a livello di rischio e problematiche ambientali ci sono tra il fracking, non autorizzato in Italia, e lo stoccaggio di gas nei giacimenti esauriti, invece ammesso?
<R>:
Dott. Marsiglia:
Riconosco che in questi ultimi tempi la parola fracking sta causando notevole interesse, ma bisogna sapere che viene utilizzato da oltre venti anni e fa più impressione il termine che la tecnica di perforazione. Con il fracking andiamo a stimolare la roccia con poca permeabilità (Leggi l'intervista integrale)

Leggi tutte le news...


9th World Chambers Congress
Conferenza stampa - Torino, 9 giugno 2014

Ad un anno esatto dall'avvio del 9° WCC – World Chambers Congress che sarà ospitato a Torino nel giugno 2015, si è svolta, presso la sala Giunta di Palazzo Birago, sede istituzionale della Camera di Commercio, la conferenza stampa per presentare nei dettagli il Congresso e per fare il punto sugli sviluppi organizzativi. (...Leggi)

Newsletter n. 7 - Luglio 2014


AVVISO IMPORTANTE PER GLI OPERATORI CON L'ESTERO

Da molto tempo circolano nel mondo degli scambi internazionali (riprese anche da vari siti internet) clausole di riservatezza attribuite falsamente alla ICC che recano diciture del tipo:
"International Chamber of Commerce (ICC) Non-circumvention/non-disclosure agreement and working agreement". (...Leggi)




  NewsLetter
  
  Archivio Newsletter

Ultime Pubblicazioni ICC
  
  Tutte le pubblicazioni




ICC Italia non è responsabile dei danni derivanti dall'uso del sito e/o delle informazioni in esso contenuti, o derivanti da inadempimento contrattuale, ivi inclusi, a titolo esemplicativo, mancata adeguatezza o accuratezza delle informazioni o derivanti dall'uso di qualsiasi altra informazione contenuta in altri siti, sia attraverso citazione diretta che collegamenti ipertestuali.
Partita IVA 01017671007 - Codice Fiscale 01863550586
ICC Italia - Camera di Commercio Internazionale Sezione italiana torna su <